La barba nel 2020, la moda dell’anno. Ecco le migliori proposte!

La barba è un dettaglio che non passa mai di moda. Che sia corta, media o lunga deve essere sempre impeccabile. Qual è, allora, la tipologia di barba dell’anno “Coronavirus”?

Uomini, sappiate che le donne adorano la barba e – soprattutto negli ultimi anni – rappresenta un aspetto fondamentale nel look maschile.

A seguito di un periodo in cui si bocciava completamente la barba e si promuoveva, dunque, la rasatura definitiva, ad oggi si può sostenere l’idea che essa sia un vero e proprio “marchio di fabbrica”. Tale fattore influenza la classe maschile che è costantemente alla ricerca della giusta pelosità, dal momento in cui molti sono gli stili. C’è ancora chi la taglia completamente e c’è anche chi prova a regolarla a secondo del proprio gusto.

Sono circa cinque anni che la moda della barba è diventata un aspetto non sottovalutabile per il proprio look; si è evoluta nel tempo, adattandosi alle tendenze dell’anno. Nel 2019, infatti, si prediligeva lo stile hipster con la sua lunghezza ‘temeraria e ribelle’.

Ma adesso, nell’anno più difficile in cui anche la moda ha avuto una certa sospensione, qual è la barba di tendenza?

Oltre il fattore estetico, la barba è anche un fattore igienico. C’è da dire che – specie in una circostanza epidemiologica – il rapporto tra barba e mascherina non è poi così banale. A sostenere tale punto è il virologo Pregliasco. Il prof ha analizzato questo aspetto, dichiarando che la peluria non dovrebbe fuoriuscire dal bordo della mascherina di protezione, così da non impedire una corretta adesione al viso. Ecco, allora, che una barba di media lunghezza e – in particolare – ben curata permetterebbe di utilizzare meglio i dispositivi anti-covid. Inoltre, puntualizza Pregliasco, una barba non troppo folta consente di respirare meglio quando si indossa la mascherina.

Dopo questa importante premessa, adesso, parliamo della barba più quotata nell’anno 2020.

Sembrerà bizzarro, ma il nuovo decennio si affianca a quello passato: una controtendenza, per intenderci. La barba del 2020 è soprattutto curata. Il taglio lungo va a scemare e sono principalmente 4 gli stili di quest’anno.

Eccoli descritti qui di seguito…

1) Barba corta o appena accennata

Come già specificato, quest’anno, la moda ha adottato i tagli di barba corti. Per ora è lo stile più gettonato dagli uomini e, spesse volte, si tratta di un tipo di barba ‘appena accennata’, ma curata nei minimi dettagli. Il fatto che sia abbondantemente corta mette in risalto l’immagine e i particolari del viso; non necessita di troppi trattamenti ed è igienica (anche in una situazione di virus).

CURIOSITÀ: gli inglesi la chiamano – poco elegantemente – “stubble”, cioè stoppia. Ma questa tipologia di barba, è giusto osservare, che sta bene sia all’uomo giovane e sia a quello più maturo per un look sexy!

2)Barba medio lunga

Segue la media lunghezza. Questo tipo di barba è molto semplice da ottenere perché parte da una base già corta, con qualche giorno di ricrescita. Ciò nonostante, anche in questo caso bisogna prestare attenzione. La lunghezza va regolata e le basette rifinite, in modo da garantire una simmetria e un ordine alla peluria del viso. Come raggiungere questo stile? Per ottenerlo sono necessarie delle forbici o una macchinetta.

La barba, infatti, essendo più lunga, richiede una maggiore cura e un ritocco in più.

3) Pizzetto intensificato

Anche in questo caso la barba è molto corta e curata, come prima. Ciò che muta rispetto al primo stile è la lunghezza del pizzetto, in quanto più folto e intensificato. Per ottenere uno stile dove il pizzetto vada a marcare tutto il complesso, bisogna dedicarsi maggiormente ai baffi. Questi ultimi, specie i più corti, vanno regolati solo nella linea del labbro superiore; quelli più lunghi, nella parte soprastante, vanno lasciati ancora poco più lunghi. Sul mento, il pelo invece, deve essere un po’ più lungo rispetto al resto della barba. Questo stile è consigliato a chi ha una forma di viso rotondo, perché il pizzetto aiuta ad accentuare i lineamenti e ad allungarli.

4) Hipster

Il taglio Hipster, classe 2019, mantiene sempre il suo fascino. Il motivo? Questa tipologia di barba ha la peculiarità di adattarsi a quasi tutti i tipi di viso e, nonostante sia il taglio più lungo, è semplice da ottenere. Si parte da una rasatura ordinata per unire il più possibile la crescita del pelo, dopodiché si fa crescere la barba senza tagliarla e – successivamente – si va a mantenere la perfetta simmetria. Il segreto sta in questo: aiutare il pelo a seguire le linee del viso. La barba Hipster ha anche il pregio di essere quella con cui si possono ottenere più modifiche, proprio grazie alla lunghezza. Essa permette di variare la forma del pizzetto come è più preferibile.

CONSIGLI:

Per chi ha la barba rada o inesistente sulle guance, l’escamotage è di puntare sui i baffi folti e marcati che devono restare un po’ più lunghi. Anche in questa evenienza non si peccherà di charme…l’effetto vintage ha il suo perché!

Attenzione, invece, quando si rade la barba:

una pelle particolarmente sensibile impedisce una frequenza eccessiva della rasatura. Quasi la metà dei maschi adulti, infatti, soffre di questo fastidio. Bisogna essere premurosi ed infine lasciar libero il proprio look ideale! Potete consultare il sito https://www.depilatoreuomo.it/ per avere maggiori informazioni.

Tutto chiaro per le tendenze di barba 2020?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *