ViViBanca lancia Apple Pay: cos’è e come funziona

La possibilità di pagare nei negozi direttamente dallo smartphone ha preso piede anche in Italia e sono in molti a registrare le proprie carte di credito su uno smartphone. Tutti coloro che hanno un dispositivo Apple, in particolare uno smartphone, possono pagare nei negozi fisici e online utilizzando il proprio telefonino tramite l’apposito servizio Apple Pay.

Apple Pay permette di trasferire somme di denaro in modo semplice, veloce e sicuro, grazie ad una speciale tecnologia denominata tecnologia NFC. Durante il pagamento basta avvicinare il proprio smartphone al POS per pagare.

Come utilizzare Apple Pay

La prima cosa da fare, per poter utilizzare Apple Pay, è configurare la propria carta di credito sull’applicazione denominata “Wallet” già presente nello smartphone Apple. L’applicazione ha un’icona (+) in alto a destra, dove cliccare per aggiungere una nuova carta.

Bisogna aggiungere tutte le informazioni richieste e verificarle, per poi accettare i Termini e le condizioni dettate da Apple. La verifica della propria carta può essere effettuata tramite SMS o dall’applicazione del proprio mobile banking, attraverso un codice da inserire nel Wallet. Da oggi è possibile abbinare anche la carta ViViBanca ad Apple Pay per pagare tramite un solo e semplice gesto.

Apple Pay in Italia è compatibile con molte delle carte di credito e di debito, il servizio funziona su circuiti Mastercard, Visa, Maestro e V Pay. Sono tante le banche che supportano questo nuovo servizio di pagamento.

Come utilizzare Apple Pay in un negozio

Per utilizzare il servizio di Apple Pay in un negozio, è importante assicurarsi che al POS presente vicino la cassa ci siano uno dei due seguenti simboli:

  • Simbolo Apple;
  • Simbolo del pagamento wireless.

Al momento del pagamento sul POS bisogna selezionare la voce “carta di credito” e fornire le 4 cifre della carta usando il numero account dispositivo. Questo numero si trova nel Wallet dello smartphone, bisogna cliccare la carta associata per farlo apparire.

Successivamente, bisogna poggiare il dito sul Touch ID e tenere lo smartphone a pochi centimetri di distanza dal terminale.

Apple Pay può essere utilizzato su tutti i dispositivi Apple, tra cui Apple Watch, Iphone, IPad e così via.

La sicurezza di Apple Pay

Apple Pay è un tipo di pagamento relativamente nuovo ed è considerato attualmente un metodo di pagamento sicuro. La tecnologia NFC si basa su un sistema di pagamento contactless che è caratterizzato da una forte protezione dei dati.

In particolare, ogni volta che viene effettuato un pagamento, Apple Pay utilizza un numero specifico e un codice di transazione univoco. Questo significa che i dati della carta associata nel sistema Apple non possono essere memorizzati sui device o sui server del POS. Il sistema non archivia i dati sulle transazioni ma li conserva su Wallet solo per 10 giorni, ovvero archivia solo gli acquisti più recenti.

A seconda della banca, inoltre, sul Wallet è possibile trovare l’ultima transazione di ciascuna carta di credito con i dettagli sull’importo dell’acquisto e sul luogo. Tutti i dettagli relativi la privacy del sistema possono essere reperibili dalla banca che ha attivato il servizio Apple Pay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *