CR7 torna in Italia, la Juve scalda i motori

CR7 è rientrato in Italia ieri sera con il jet privato. Con lui al seguito c’era tutta la famiglia, con la quale si sposta sempre. L’aereo era partito nel tardo pomeriggio da Madeira, ed è giunto all’aeroporto di Torino Caselle intorno alle 22.22. Ronaldo e la famiglia poi hanno raggiunto la loro abitazioni torinese. Adesso Cristiano e i suoi congiunti dovranno osservare, come da protocollo, la quarantena presso il proprio domicilio di 14 giorni. In questo periodo il portoghese potrà seguire il suo programmi individuale di allenamento. Tutti o calciatori infatti dalla data del 4 maggio possono riprendere a svolgere allenamenti individuali, proprio come DPCM.

Allenamenti…si parte!

Ripartita la prima fase, quella relativa agli allenamenti individuali, si dovrebbe passare a quella che consentirà quelli collettivi; per poi arrivare a disputare le partite mancanti per terminare questo agoniato campionato. Ovviamente oltre a rispettare i vari protocolli sanitari, le gare verranno giocate rigorosamente a porte chiuse fino a cessate esigenze. Ronaldo comunque si è, come al solito, sempre allenato anche in Portogallo, tanto che pare sia comunque già in possesso di una buona condizione fisica. Adesso bisognerà in pian piano valutare i suoi compagni di squadra. A partire da coloro che come Rugani, Matuidi e Dybala sono restati fermi ai box a causa del Covid-19, che hanno contratto in questo periodo di stop del calcio. Loro inizieranno ora ad allenarsi, con un programma un personalizzato.

Il caso Gonzalo Higuain

Intanto c’è da dirimere il caso relativo a Gonzalo Higuain. L’argentino non è ancora rientrato, e pare non abbia nessuna intenzione di farlo in tempi brevi. Ciò ha infastidito la dirigenza bianconera, che sta già studiando il modo migliore per cederlo nella finestra estiva di calciomercato. Con il probabile arrivo di un nuovo bomber, per il Pipita non ci sarebbe più spazio, e quindi sarebbe certamente se facesse le valige. Il nodo che ingaggio al momento pare sia lo scoglio più difficoltoso da superare. La strada per lui comunque pare essere ormai tracciata,l’addio alla maglia bianconera è sempre più vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *