Il boom dell’e-commerce nel 2020: le statistiche

Le misure restrittive e il lockdown hanno spinto la popolazione a fare maggiori acquisti online e, alla luce di quanto emerso, nonostante la crisi economica, c’è stata una crescita importante (+117%) rispetto all’annata precedente. Stando ai numeri, l’anno Coronavirus ha registrato un incremento 28 volte superiore alla crescita dei canali fisici. Il Corriere della Sera, in una recente indagine sul boom dell’e-commerce, ha asserito che la pandemia ha spinto molti consumatori ad acquistare online e – al contempo – i rivenditori hanno revisionato le offerte, investendo in strategie specifiche mirate al commercio elettronico.

E-commerce, come sono cresciute le vendite?

Nel secondo trimestre del 2020, le vendite online sono cresciute di circa il 71% rispetto al 2019. Nel terzo trimestre, invece, è stato apportato un incremento del 55%. Queste percentuali sono provenienti dalle piattaforme Salesforce, dove – così come riportato – circa un miliardo di acquirenti fornisce analisi relative all’andamento dell’e-commerce.

A contribuire a questa favorevole crescita dei canali di vendita online è stato anche il periodo natalizio, dato che per i merchant rappresenta l’occasione giusta per i grandi affari e, difatti, solo nel mese di dicembre il fatturato ha superato il 50% rispetto a quello annuale.

C’è da dire, però, che anche nei periodi più critici c’è ispirazione. Durante l’emergenza sanitaria, vista la difficoltà economica, molte persone hanno colto l’occasione di creare siti web e – alla luce delle problematiche causate dal virus ib merito alle vendite – hanno integrato il servizio di e-ecommerce alla propria attività. Dunque, i dati ufficiali del 2020 mettono in chiaro risultati significativi con un +60% rispetto all’anno precedente. In definitiva, sono quasi del tutto cambiate le prospettive del consumatore che – fatta l’esperienza di acquisto online – si ritiene soddisfatto e fiducioso.

Nuove realtà di e-commerce in Italia

Così come accennato in precedenza, il boom del commercio online è in continua evoluzione e le persone preferiscono affidarsi – spesso e volentieri – al mondo di internet. Oltre al progresso analizzato in questo articolo, dunque, è bene sapere che ci sono aree web dedicate in tutto e per tutto alla vendita. Acquistarevestitionline.it, ad esempio, è nuova realtà digitale che – oltre a dare feedback e consigli – guida gli utenti all’acquisto di uno specifico prodotto. Ciò è uno spunto di riflessione, in quanto fare acquisti – al giorno d’oggi – rappresenta una dinamica totalmente differente sia in chiave economica e sia in chiave concettuale. E, perché no, anche in chiave imprenditoriale.

Quali sono le prospettive dell’e-commerce per i prossimi anni?

La digitalizzazione, oramai, è la chiave d’accesso per le aziende italiane e per conoscere un contesto così dinamico occorre inquadrare il fenomeno dell’e-commerce a 360°. Tutti i territori italiani sono interessati allo sviluppo del mercato e le attività collegate all’e-commerce prevedono – per i prossimi anni – percentuali positive. Stando alle analisi recenti, quest’ultimo potrebbe avere un valore di circa 40 miliardi di Euro (+17 miliardi rispetto al valore attuale). Qual è l’obiettivo?

Visti i numeri, l’auspicio è che venga presto adottata una strategia intelligente per lo sviluppo, con lo scopo di valutare gli incentivi verso le maggiori potenzialità che il mercato digitale è in grado di offrire agli imprenditori. Per far ciò, è necessario che l’intero Paese conosca al meglio l’ambito, in modo da potenziare le infrastrutture digitali presenti. In conclusione, grazie all’andamento economico del 2020, si può affermare che eludere queste attività digitali in continuo sviluppo potrebbe rivelarsi probabilmente un errore. A tal proposito, una cosa è certa: il mercato delle vendite online – secondo gli analisti – manterrà la sua curva e, stando all’esempio riportato, per investire nel settore digitale occorre analizzare le esigenze delle persone e concepire una realtà di commercio elettronico che si dimostri temibile per la concorrenza.

Sono in crescita anche le ricerche di casa direttamente online senza più passare da un negozio reale. Potete proseguire la lettura qui: https://ilgarantista.it/sempre-piu-italiani-cercano-casa-online-passando-da-google/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *