Come gestire un portafoglio modello – Definizione

In questo senso si sente spesso parlare di portafoglio modello, che sta ad indicare un tipo di portafoglio che sia costituito con investimenti suddivisi in classi, secondo uno sviluppo quantitativo, che sottendano diverse classi di rischio in modo da poterle associare ai vari profili degli investitori. Questa tipologia di portafogli viene progettato e realizzato sul modello dell’investitore al quale si riferisce, scegliendo una classe di rischio che si basa anche sul capitale investito. In questo modo si può selezionare un investimento che sia parametrato alle proprie possibilità. Inoltre oggi sono presenti numerose soluzioni di investimento, tra queste troviamo gli investimenti sostenibili come strumento finanziario. Questa categoria di investimento sta subendo un forte incremento negli ultimi anni, vediamo cosa sono i fondi legati ad investimenti sostenibili e responsabili.

Investimenti ESG: di cosa si tratta 

Con l’avvento dei fondi ESG si è dato spazio all’investire in modo sostenibile, ormai miliardi di euro vengono veicolati in questi fondi che si basano su investimenti con strategie sostenibili anche legate alla diminuzione dell’impatto ambientale. 

I fondi ESG, ossia environmental social and governance, sono dei fondi che si impongono di andare oltre il semplice profitto economico, ma si basano su un investimento sostenibile e responsabile, infatti i fattori ESG impongono di poter investire in sole aziende che abbiano scelto politiche e strategie sostenibili. Queste strategie vengono mosse dai 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, i quali sono volti al contrasto della povertà, alla promozione dell’eguaglianza sociale, alla difesa dell’ambiente ed alla lotta contro i cambiamenti climatici. 

Conviene investire in fondi ESG 

Gli investimenti in fondi ESG sono cresciuti negli ultimi anni, in Europa oggi si contano circa tremila di questi fondi, a livello globale sono ancor più di cinquemila. Secondo alcuni studiosi in precedenza non era molto conveniente un simile tipo di investimento perché le aziende che seguivano criteri ambientali sociali e di governance sostenibili erano soggette a regole molto più stringenti, di conseguenza l’investimento risultava essere molto più complesso. I criteri ESG impongono alle aziende di adottare politiche volte alla riduzione dell’impatto ambientale, la tutale dei diritti dei lavoratori, l’eguaglianza sociale ecc. 

In realtà oggi, anche grazie al maggiore interesse che ruota intorno alla sostenibilità, gli investimenti ESG si sono dimostrati molto redditizi, soprattutto nel lungo periodo, anche perché molte aziende stanno mettendo in pratica strategie ESG. A testimonianza di ciò vi sono i dati relativi al rendimento 2020 di alcuni fondi che superano il 30%.

Ad oggi il mondo degli investimenti sta subendo un forte incremento, sempre più persone sono desiderose di investire i propri capitali per ottenere dei profitti, sia nel breve che nel lungo periodo. La crescita degli strumenti online di investimento ha contribuito ancora di più ad alimentare gli investimenti in fondi azionari o strumenti finanziari. Ad ogni modo bisogna prestare forte attenzione a come si investe e a scegliere le strategie che maggiormente possano garantire la sicurezza dell’investimento, considerando che comunque l’investimento presuppone un rischio che può essere più o meno alto. 

In questo senso si sente spesso parlare di portafoglio modello, che sta ad indicare un tipo di portafoglio che sia costituito con investimenti suddivisi in classi, secondo uno sviluppo quantitativo, che sottendano diverse classi di rischio in modo da poterle associare ai vari profili degli investitori. Questa tipologia di portafogli viene progettato e realizzato sul modello dell’investitore al quale si riferisce, scegliendo una classe di rischio che si basa anche sul capitale investito. In questo modo si può selezionare un investimento che sia parametrato alle proprie possibilità. Inoltre oggi sono presenti numerose soluzioni di investimento, tra queste troviamo gli investimenti sostenibili come strumento finanziario. Questa categoria di investimento sta subendo un forte incremento negli ultimi anni, vediamo cosa sono i fondi legati ad investimenti sostenibili e responsabili. 

Investimenti ESG: di cosa si tratta 

Con l’avvento dei fondi ESG si è dato spazio all’investire in modo sostenibile, ormai miliardi di euro vengono veicolati in questi fondi che si basano su investimenti con strategie sostenibili anche legate alla diminuzione dell’impatto ambientale. 

I fondi ESG, ossia environmental social and governance, sono dei fondi che si impongono di andare oltre il semplice profitto economico, ma si basano su un investimento sostenibile e responsabile, infatti i fattori ESG impongono di poter investire in sole aziende che abbiano scelto politiche e strategie sostenibili. Queste strategie vengono mosse dai 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, i quali sono volti al contrasto della povertà, alla promozione dell’eguaglianza sociale, alla difesa dell’ambiente ed alla lotta contro i cambiamenti climatici. 

Conviene investire in fondi ESG 

Gli investimenti in fondi ESG sono cresciuti negli ultimi anni, in Europa oggi si contano circa tremila di questi fondi, a livello globale sono ancor più di cinquemila. Secondo alcuni studiosi in precedenza non era molto conveniente un simile tipo di investimento perché le aziende che seguivano criteri ambientali sociali e di governance sostenibili erano soggette a regole molto più stringenti, di conseguenza l’investimento risultava essere molto più complesso. I criteri ESG impongono alle aziende di adottare politiche volte alla riduzione dell’impatto ambientale, la tutale dei diritti dei lavoratori, l’eguaglianza sociale ecc. 

In realtà oggi, anche grazie al maggiore interesse che ruota intorno alla sostenibilità, gli investimenti ESG si sono dimostrati molto redditizi, soprattutto nel lungo periodo, anche perché molte aziende stanno mettendo in pratica strategie ESG. A testimonianza di ciò vi sono i dati relativi al rendimento 2020 di alcuni fondi che superano il 30%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *