Il Covid doveva renderci migliori

Non è colpa del covid ma di come lo abbiamo affrontato e della nostra indole certo è che non ne usciremo migliori.

In questo piccolo articolo vi parlo di due morti che sono state entrambe strumentalizzate da una parte Marco De Veglia noto imprenditore morto causa covid, aveva soli 55 anni e dall’altra Giovanni de Donno medico suicidatosi a soli 54 anni.

Tutte e due le morti sono state usate dalle fazioni estremizzate pro vaccino e novax, per portare notizie e tesi a supporto delle loro convinzioni.

Entrambe le morti lasciano in vita a crogiolarsi in domande e dubbi famigliari ed amici che sono anche costretti a vedere una marea di persone scaricare le loro frustrazioni commentando o condividendo queste notizie:

Morto Giuseppe De Donno, padre della cura del plasma

e a seguire i vari commenti: lo hanno ucciso le lobby del farmaco, un uomo zittito e ucciso perché contro il vaccino. Anche qui il botta e risposta sui social fa uscire il peggio dell’animo umano. Intanto nella casa De Donno si piange un padre e un marito.

Manager No vax Marco De Veglia morto a 55 anni a …

Si superano ancora in modo maggiore con il compianto Marco, dove il fatto di essere novax permette secondo i giornalisti di usare tale morte come esempio della stupidità del non vaccinarsi …. ed ecco che anche qui i commenti sono dei peggiori. Sembra quasi ci sia un piacere nel morte di chi avvalora la tesi o le convinzioni che abbiamo.

La posizione della nostra redazione sul tema vaccini è chiara ci si deve vaccinare, capiamo le preoccupazioni di alcuni sopratutto di chi a subito danni derivanti da un qualsiasi tipo di cura si essa vaccini o meno.

Perché solo chi ha vissuto sulla sua pelle una reazione avversa sa cosa voglia dire, tuttavia molti invece parlano senza saper novax che non ne hanno idea di quali siano le reazioni avverse e tanto meno le conseguenze del vaccino.

Succede di leggere di vaccinati che insultano no vai che hanno però avuto l’esperienza in famiglia soggetti che sono magari quel caso isolato ma possibile di reazione avversa del vaccino che può anche portare alla morte.

La matematica ci dice che il vaccino è la soluzione migliore, che le probabilità di morire sono simili a quelle di vincere al super enalotto.

Cerchiamo di essere migliori e utilizzare le grandi capacita dell’uomo per far crescere generazioni capaci di affrontare questi temi senza strumentalizzare le morti ed il dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *