Serie A, il punto del campionato

La Serie A è ripartita e dopo sette giornate si appresta a vivere la sosta, per consentire alle nazionali di giocare alcune partite. Facciamo insieme un punto della situazione, per comprendere meglio quali siano i temi che questo primo scorcio di campionato ci suggerisce. La Juventus comanda la classifica con 19 punti, mentre a distanza di un solo punto segue l’Inter. Proprio nell’ultima gara i bianconeri hanno vinto a San Siro con il risulato di 2-1, sorpassando di fatto i nerazzurri in classifica. La squadra di Conte è comunque partita benissimo con 6 vittorie ed una sconfitta, meglio ha fatto solo la Juve, che nello scontro diretto ha messo in evidenza un divarionetto tra le due compagini. Segue poi la sempre più sorprendente Atalanta, che nonostante la brutta parentesi inerente la Champions League, in campionato ha fatto ben 16 punti, confermandosi la terza forza del torneo. Scorrendo la classifica troviamo il Napoli di Carlo Ancelotti. Dai partenopei probabilmente tutti si attendevano un ruolino di marcia leggermente migliore, anche se in Champions gli azzurri sono partiti abbastanza bene.

Le squadre che seguono

Dopo Le prime quattro troviamo una pattuglia corposa di compagini, racchiuse in un fazzoletto. D’altronde siamo appena alla settima giornata, e pensare a distacchi abissalii in classifica sarebbe quanto mai fantasioso. La Roma infatti si trova a 12 punti, appena dietro il Napoli. La squadra di Fonseca finora ha messo in mostra anche un calcio gradevole, anche se soprattutto nel reparto arretrato ha evidenziato lacune preoccupanti, tanto che ha subito ben 12 reti. A quota 11 un trittico composto da Lazio, Cagliari e Fiorentina. I capitolini stanno cercando di trovare in passo costante, dopo una partenza altalenante. La Viola di Montella dopo una partenza schock, si é ripresa e sta ottenendo buoni risultati, grazie all’espressione Di un gioco interessante. Il Cagliari forse è la vera sorpresa del campionato, 11 punti e la sensazione di averne perso alcuni per strada. Squadra coriacea quella di Giulini, con un centrocampo forte, e reparti abbastanza equilibrati. Non avesse subito l’infortunio di Pavoletti, forse avrebbe davvero qualche punto in piu.

Le altre

A dieci punti troviamo il Torino di Mazzarri, seguito da un gruppetto di quattro squadre. Verona, Milan, Parma è Bologna. I rossoneri per ora stanno deludendo parecchio, tanto che il tecnico Marco Giampaolo pare appeso ad un filo. Le altre tre invece hanno mostrato i muscoli ed una buona organizzazione, nonostante abbiano evidenti carenze tecniche. A questo punto si apre la zona più calda della classifica. L’Udinese con 7 punti, seguito da alcune squadre a 6 punti. Il Sassuolo con una partita in meno, il Brescia di Cellino anch’esso con una gara in meno, la Spal ed il Lecce. Squadre che con tutta probabilità lotteranno fino all’ultimo secondo per non retrocedere. Al momento però la classifica è chiusa dellecsue genovesi. Il Genoa ha 5 punto, la Sampdoria solo 3,. Numeri imbarazzanti che hanno messo in discussione le due panchine. Si Francesco e Andreazzoli pare abbiano infatti le ore contate. Come sempre pagheranno gli allenatori, ma in questo caso andrebbero fatte delle analisi piu profonde. Le responsabilità vanno divise tra tutti, societâ, area tecnica e mister.

Le ultimissIme dal campionato

In queste ore stanno maturando tante novità. La prima riguarda proprio la Sampdoria, che ha risolto in maniera consensuale il rapporto con il tecnico Eusebio Di Francesco. Il mister sarà quindi libero di accordarsi con un’altra società, mentre la Doria è alla ricerca della nuova guida tecnica. Adesso sarà lotta a due. Il nome piu vicino alla panchina blucerchiata, é quello di Beppe Iachini pronto ad iniziare una nuova avventura. Stefano Pioli invece dopo i problemi per arrivare a Luciano Spalletti, potrebbe sedere sulla panchina del Milan. Qui Giampaolo è sempre in bilico, e pare ad un passo dall’addio. Anche il Genoa si trova in una situazione difficile, tanto che anche Andreazzoli non é esattamente la quinta essenza della serenità. Anche i rossoblù liguri sono alla ricerca di un nuovo allenatore. Le prossime ore saranno decisive, ma la serie A è ripartita con tutte le sue certezze, incertezze e colpi di scena. Al momento la costante è la Juventus in testa alla classifica, ma siamo solo al ottobre, mentre il campionato terminerà a maggio. Ne vedremo delle belle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *