Ronaldo tra allenamenti e stadio, scatta la polemica

Cristiano Ronaldo è un fuoriclasse assoluto, ma anche un personaggio dentro e fuori dal campo. Ogni volta che si muove, porta con se milioni di followers sui social, e tante chiacchiere che ovviamente si sviluppano in maniera inevitabile. Anche stavolta non è andata in modo differente. Cristiano attualmente si trova a Madeira dove è nato. Sta trascorrendo con la sua famiglia un periodo di isolamento, come tutti quanti, dettato dalla Pandemia Coronavirus. In questi giorni CR7 non ha mai rinunciato ad allenarsi. Vuole infatti farsi trovare in grandissima forma, in caso di ripresa del campionato o di altra competizione. D’altronde si sa, il portoghese da questo punto di vista, non lascia mai nulla di intentato, ma anzi prepara il fisico e la mente in maniera maniacale, per essere sempre al massimo.

La polemica relativa agli allenamenti

In questo periodo Ronaldo, ovviamente con tanto di autorizzazione, si sta allenando nello stadio di Madeira. Oltre ad allenarsi dove sta trascorrendo il tempo con la famiglia, grazie ad una palestra ed una piscina; per non perdere il “contattato con il campo“, si a eseguendo una parte del lavoro presso lo stadio locale. Sono sorte delle polemiche in merito, in quanto molti di sono domandati, il perché la stella portoghese possa allenarsi, seppur in solitario, all’esterno della propria abitazione. Le autorità del luogo hanno tenuto a precisare, che Cristiano non sta violando nessuna norma, e che ciò che sta facendo è stato autorizzato. Le polemiche comunque nel n di dono ancora placate.

Stadio intitolato a CR7

Intanto sempre dal Portogallo rimbalzano alcune voci. Il presidente dello Sporting Lisbona, squadra che lanciò Ronaldo nel grande calcio, ha detto di essere intenzionato ad intestare lo stadio dello Sporting proprio a Cristiano. Si potrebbe chiamare Alvalade-CR7 Stadium, o in alternativa CR7-Alvalade Arena. Ovviamente con il benestare del marchio CR7, che consente a Ronaldo fi guadagnare ogni anno, milioni e milioni di euro. La proposta intanto è partita, vedremo gli sviluppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *