Come organizzare una degustazione in enoteca

Per rendere una serata qualunque un po’ diversa dal solito bisogna saper organizzare una degustazione in enoteca, evento elegante e alternativa al solito pub. Le occasioni non mancano certamente sia per gli amici che per i turisti o semplici estimatori di vino.

I dettagli sull’evento

Ecco allora cosa prendere in considerazione per proporre l’assaggio e la degustazione, attirando l’attenzione sui vini del territorio oppure su quelli classici e sui migliori che la nostra enoteca può offrire.
La passione vitivinicola coincide di solito con la conoscenza di molti fattori e dettagli importanti, quindi necessita anche di personale specializzato, come per esempio bravi sommelier. In questo modo i clienti potranno essere guidati nei sapori e nei profumi più disparati, all’insegna di una serata unica nel suo genere.
L’organizzazione per questo tipo di evento abbraccia diversi aspetti: la location, la pubblicità, la proposta di vini ispirata da un tema in particolare.

L’assaggio dei vini

La degustazione deve essere guidata oltre che allettante, per far assaporare al meglio un vino morbido o strutturato, e centellinare il succo d’uva. Infatti, dopo averlo osservato attaverso il vetro del bicchiere e annusato lievemente prima di gustarlo occorre aspettare il tempo necessario. Si, perché non c’è fretta! Anzi, è proprio una necessità far trascorrere qualche minuto prima di passare al prossimo vino. E’ utile in effetti, capire e degustare.
E a proposito di calici, che sono i classici bicchieri da usare, potrebbe aiutare una tasca porta calice in cotone come quella che presenta Sacchettiditessuto.it per un modo pratico di organizzare una degustazione in enoteca o durante lo street food dove alternare vino e cibo. Più naturalità ed esclusività quindi, per una semplice tasca in cotone ecologico dove riporre il bicchiere da portare a tracolla e da personalizzare con il marchio esclusivo dell’enoteca oppure del vino o dell’evento.
A questo punto, non resta che ordinare in una scaletta i vari assaggi. Per esempio, da quelli leggeri dei vini bianchi fino ad arrivare ai vini rossi e corposi, mentre nell’ultima fase si presentano quelli da dessert.
Si ricorda che l’ospite dovrà cambiare il bicchiere o al limite lavarlo velocemente per procedere nella degustazione. Infatti i sapori dei vini non devono essere confusi tra di loro!

L’atmosfera in enoteca

All’interno dell’enoteca non deve mancare la musica che accompagnerà tutta la serata. Un lieve sottofondo è sempre molto apprezzato e magari può essere selezionato seguendo il tema dell’evento. Perché organizzare una degustazione in enoteca deve apparire una scelta facile per tutti. Anche le persone che non hanno fatto corsi o che non distinguono i vini possono partecipare senza problemi e trascorrere in compagnia un momento diverso dove imparare qualcosa sul mondo evanescente e sincero di un sorso di vino.
Non c’è bisogno di scegliere per forza un tema in particolare, anche se probabilmente piace di più, ma pure un semplice happy hour diventa l’occasione giusta per socializzare, divertirsi e meravigliarsi delle varie tecniche e curiosità di questo o di quel vino.

Come organizzarsi

Come organizzare una degustazione in enoteca? E’ presto detto, scegliendo l’enoteca più adatta e il tema, poi pubblicizzando l’evento con locandine, volantini o con il caro vecchio tam-tam dei social, dove specificare i dettagli principali. Potrebbe essere il modo perfetto per un coltivatore o produttore di vini al fine di farsi conoscere oppure l’idea azzeccata per promuovere una speciale etichetta e ancora per evidenziare il territorio.
Il vino si trova oggi, e non solo nel passato, ad essere motivo di interesse. Un pretesto come un altro per ritrovarsi e scoprire insieme come apprezzare di più quel prodotto derivato dalla fermentazione del mosto, che a sua volta proviene dall’uva fresca o appassita.
Alla fine, dai vini più pregiati a quelli meno noti il tour che un’enoteca può regalare si dimostra essere anche un viaggio nella storia, cultura e tradizione di un paese. Tutto da provare!

Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *