Barba: scopri come e quando si deve ritoccare. Dacci un (piccolo) taglio!

È arrivato il momento di ritoccare la tua barba? Passaggio fondamentale per la quotidianità di un uomo. Ecco i consigli per farlo perfettamente…

La barba è l’arma di seduzione vincente ed è considerata, soprattutto dalle donne, un ”marchio di fabbrica”. Chi la porta corta, chi la porta media, chi la porta lunga, poco importa perché quella giusta deve mettere in risalto le marcature del proprio viso ed esaltarne i dettagli. Un po’ come se fosse la donna della tua vita che mette in luce i particolari e taglia via gli irregolari eccessi!

In questo periodo un po’ problematico, l’igiene personale acquisisce un aspetto importante e la barba – secondo alcune osservazioni di esperti – deve essere ben curata per contenere in maniera adatta il dispositivo di protezione sul volto.

Avere cura del proprio pelo non solo è un’ottima abitudine, ma è anche un’aggiunta al tuo look.

Lo scopo di questo articolo, infatti, è proprio quello di indicarti come e quando ritoccare la barba, senza danneggiare il tuo stile. Che tu abbia una barba di tre giorni, oppure in stile hipster (lunga e abbastanza folta) bisogna – in ogni caso – che te ne prenda cura. Ciò non significa che dovrai obbligatoriamente modificare la lunghezza e quindi renderla più corta, ma soltanto tagliarla nel modo corretto e modellare i tuoi lineamenti.

Ecco i segreti e gli strumenti per valorizzare il tuo stile. Fallo bene e nel momento giusto!

Accessori adatti, consigli e non solo…

Per prima cosa dovrai armarti degli accessori giusti per ottenere un taglio di qualità.

Munisciti di strumenti come: forbici, pettine per sciogliere i nodi e rasoio (preferibilmente usa e getta, a lama multipla e a mano libera). Questi oggetti economici e facilmente reperibili, sono necessari per definire i contorni della barba e lavorare da diverse angolazioni. Se nel tuo cassetto personale hai un regolabarba, utilizzalo! Esso ha la stessa funzione delle forbici ed è più rapido (con le testine).

Evita di tagliare la barba per tappe e soprattutto frettolosamente, ricorda: “la fretta è del diavolo, la lentezza di Dio”! Per un’armonia impeccabile comincia dalla linea delle basette, poi passa al collo ed infine occupati dei baffi.

Altro passaggio giusto è di sfoltire il pelo prima di accorciare, in modo da rendere più semplice il ritocco. Con l’aiuto di un pettine dovrai sollevare i peli, tagliare (verso il basso) quelli che spuntano e procedere col tagliare la barba sul mento, così facendo otterrai la forma arrotondata o a punta.

Errore gravissimo: tagliare tutto in una volta!

Questa, purtroppo, è un’abitudine (sbagliata) di più uomini. Come spiegato in precedenza, dovrai iniziare ad accorciare la barba solo di qualche millimetro. Se non sei sicuro della lunghezza che preferisci, aspetta che questa cresca per un paio di giorni e poi…ritocca! Aspettare ti permetterà di non sprecare la ricrescita e di non danneggiare il tuo stile di barba. Tra gli errori più comuni, c’è anche la noncuranza della simmetria. Infatti, basta una prospettiva poco illuminata o uno specchio poco adatto per cadere in errore.

Il consiglio è quello di poggiare un pettine lungo l’orecchio e tagliare tutti i peli che restano al di fuori. Stesso procedimento vale per le guance: posiziona il pettine tra la fine della basetta e il punto d’unione delle labbra e dai un taglio ai peli al di sopra della linea.

Per una barba da urlo che non ha nulla da invidiare ai modelli in copertina, applica un siero a base d’olio d’argan il quale – grazie alle sue proprietà anti-ossidanti e nutritive – rende i peli morbidi e lucenti.

Se vuoi continuare la lettura ne abbiamo parlato in un articolo qui, dove spieghiamo le tendenze della barba nel 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *