A cosa fare attenzione quando si compra una bici usata

State pensando di comprare una bici che sia di una certa fattura, senza però investire una cifra eccessiva? L’unica soluzione a vostra disposizione per poter soddisfare questo compromesso è quella derivante dal mercato dell’usato. Sono tanti i rischi connessi a questo tipo di proposta, ma seguendo alcuni suggerimenti e con un po’ di semplice prudenza, potreste portare a casa una bici da corsa usata di ottima qualità a un prezzo conveniente.

Alla ricerca dello scontrino d’acquisto

Nel caso in cui il venditore dovesse essere un privato, che si descrive come il solo proprietario di quella bici da corsa, tutto ciò che dovrete fare è chiedergli di esibire lo scontrino d’acquisto. Non solo, dal momento che dovrebbe sempre avere anche il manuale della bici, con allegata pure la garanzia, così come il numero di telaio.

I mercatini? Non sempre sono la soluzione migliore

Se pensate che i mercatini possano rappresentare una fonte di vere e proprie offerte imperdibili, vi state sbagliando di grosso. Anzi, il rischio che si corre è principalmente quello di non fare delle scelte ottimali, lasciandosi suggestionare dal venditore, per poi doversi assumere anche tutti quei rischi di natura legale che la bici rubata si porta inevitabilmente con sé.

Un altro ottimo consiglio in tal senso è quello di prestare invece attenzione a tutti quei portali dedicati alla vendita di bici usate, come ad esempio Cicli Viviani, uno dei più apprezzati nel settore che offre un gran numero di opportunità a tutti gli appassionati che mirano all’acquisto di una bici usata da corsa.

Gli annunci troppo palesi? Spesso “puzzano”…

Piuttosto di frequente capita di visitare delle piattaforme dove vendono delle bici usate e di notare con una frequenza importante delle offerte con slogan fin troppo entusiastici, accompagnati però da delle immagini di bici praticamente nuove, vendute ad un prezzo scontato anche fino all’80% rispetto a quello di listino che viene praticato in negozio.

Ebbene, nella maggior parte dei casi, il consiglio migliore da seguire è quello di prestare la massima attenzione a questo tipo di annunci. Infatti, può capitare che vengano sfruttati per disfarsi in fretta e furia di bici da diverse migliaia di euro che sono state rubate nei negozi. Insomma, anche se l’offerta sembra essere una di quelle impossibili da lasciarsi scappare, è bene starne alla larga.

Occhio alla taglia

Nel momento in cui si compra una bici usata, uno degli errori più frequenti che si commettono è senz’altro quello di puntare su una bici di una taglia che non è esattamente la propria, solo per una convenienza dal punto di vista economico. Non c’è dubbio che sia un grave errore, dal momento che poi, una volta in sella, saranno le vostre gambe e le vostre articolazioni a subire le conseguenze della vostra superficialità.

Dopo aver individuato la bici verso cui si nutre un certo interesse, il suggerimento da tenere in considerazione è quello di effettuare un calcolo circa quale possa essere la taglia più adatta per le proprie esigenze. A questo punto, ecco che si può controllare che la bici usata presenti la medesima misura.

Da questo punto di vista, un’altra verifica va sempre svolta in relazione alle geometrie. In tal senso, la cosa migliore da fare è quella di recarsi presso il sito del produttore della bici e andare alla ricerca delle geometrie del telaio del modello di cui si vogliono avere maggiori informazioni. Piuttosto di frequente, infatti, può succedere che una taglia M riferita a una bici da corsa può risultare eccessivamente piccola, mentre una taglia L anche il contrario. Di conseguenza, per poter capire effettivamente qual è la taglia giusta per le proprie dimensioni, serve andare a verificare le geometrie di quello specifico modello di bici da corsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.